La Gran Moschea di Abu Dhabi: Tips e Curiosità

Quando si visita Dubai, è impossibile non pensare di visitare anche Abu Dhabi, la capitale degli Emirati Arabi Uniti.

E' un Must che non si può evitare. Se non si ha tempo per la città pazienza, ma non visitare la moschea dopo essersi fatti ore di volo per arrivare in Asia ed essere a pochi chilometri da una struttura cosi maghifica sarebbe davvero un peccato.



Si trova a meno di due ore di strada da Dubai e ci si può arrivare tranquillamente con gli autobus, sia pubblici sia con quelli che organizzano tour privati.


Tips: le donne, per entrare, devono coprire tutto il corpo, compreso il capo (fatta eccezione per il volto). Se andate con qualche gita organizzata vi procureranno un velo.

Potete però utilizzare anche i vostri abiti: maniche e pantaloni lunghi e un foulare per la testa. Io personalmente prima di andare ad Abu Dhabi ho visitato il tipico Soak di oro, spezie e stoffe di Dubai, ed ho acquistato il velo, sia come souvenir sia per utilizzarlo nelle moschee.



Potrebbe interessarti:



La Gran Moschea dello Sceicco Zayed è considerata il luogo di culto più importante del paese e una delle più grandi al mondo.

L’idea di questa bellissima struttura venne appunto a Sheikh Zayed bin Sultan Al Nahyan, a quei tempi presidente degli Emirati Arabi Uniti.

L’obiettivo era costruire un edificio che potesse unire la diversità culturale nel mondo islamico con valori storici e moderni dell’architetture e dell’arte, e rendendolo un luogo accogliente e di ispirazione.



Ed in effetti è riuscito nel suo intento.

Oggi infatti, durante la preghiera del venerdì e le festività del fine Ramadan ospita circa 41.000 persone.


Per costruire questa imponente moschea sono stati utilizzati artigiani e materiali provenienti da tutto il mondo, tra cui Cina, Germania, Iran, India, Macedonia, Malesia, Marocco, Nuova Zelanda, Pakistan, Regno Unito, Turchia e ovviamente anche molti paesi Emirati.


La struttura è stata realizzata dall’impresa Italiana Impregilo insieme a Rizzani de Eccher. Invece per le decorazioni della moschea ci è voluto il lavoro di 3.000 operai e 38 imprese. Hanno utilizzato materiali naturali di lunga durata e molto preziosi come oro, marmo, gemme, cristalli e ceramiche.



La moschea racchiude in sé delle vere e proprie opere d’arti oltre che a dei record.


Ad esempio all’interno della Corte (una zona della moschea) si trovano delle decorazioni floreali che si estendono per 17.000 metri quadrati ed è per questo considerata uno dei mosaici di marmo più grandi del mondo.



Un'altra caratteristica della moschea è lo specchio d’acqua lungo i portici, che riflettono le colonne, le quali di notte diventano colorate grazie ad un sistema di illuminazione unico creato appositamente per la moschea.



Tutto questo è stupendo, ma la cosa che mi ha lasciata più sorpresa sono i lampadari e il tappeto.

I lampadari sono stati realizzati in cristallo Swarovski da una azienda di Monaco di Baviera.

Sono tutti stupendi ma quello principale è il terzo lampadario più grande del mondo, con un diametro di 10 metri e un’altezza di 15 metri.




Il tappeto della sala della preghiera principale è il più grande mai realizzato in Iran. È stato costruito da 1300 artigiani in due anni con lana proveniente dall’Iran e dalla Nuova Zelanda. Misura 5.672 metri quadri e pesa ben 35 tonnellate. Basti pensare che per il trasporto sono stati utilizzati 3 aerei.



Questi sono solo alcuni dei tantissimi dettagli preziosi della Moschea. È veramente incredibile.

Nelle foto è bellissima, ma dal vivo si sente quell'aria religiosa, di unine, forza e bellezza che in un immagine è impossibile riassumere.



 

Spero che la mia esperienza ti sia stata utile.

Seguici su Instagram e Facebook


ed iscriviti alla Newsletter per rimanere sempre aggiornati.





6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti